Cero Pasquale dipinto

220,00 

Articolo con spedizione gratuita!

ARTICOLO ESAURITO

Descrizione

Cero Pasquale dipinto. Cera bianca avvolta in foglia d’oro con immagine dipinta a mano! L’immagine raffigura il Cristo Pantocratore in stile Bizantino. Sul retro è raffigurata, sempre dipinta a mano, la Vergine Maria e una palma. Il cero Pasquale dipinto ha le seguenti dimensioni: diametro 8 cm. x altezza 120 cm. Articolo con spedizione gratuita!

Precisiamo che le immagini presenti in foto sono da esempio, in quanto, essendo appunto realizzate a mano, possono subire delle piccole variazioni sia nelle tonalità dei colori che nelle piccole decorazioni apportate dall’artista.

Da utilizzare in chiesa durante varie celebrazioni particolari. Nella liturgia della Chiesa cattolica il cero pasquale è un cero che viene acceso all’inizio della solenne Veglia pasquale. Simboleggia la luce di Cristo risorto che vince le tenebre della morte. Durante i cinquanta giorni del tempo di Pasqua viene acceso in tutte le celebrazioni fino a Pentecoste. Nella messa di Pentecoste è possibile un apposito rito per spegnerlo, così come solennemente lo si era acceso durante la veglia pasquale. Alla celebrazione del battesimo dei bambini uno dei genitori accende una candela al cero pasquale. Poi il celebrante pronuncia queste parole: «A voi genitori e a voi padrini e madrine è affidato questo segno pasquale, fiamma che sempre dovete alimentare. Abbiate cura che i vostri bambini, illuminati da Cristo, vivano sempre come figli della luce. E perseverando nella fede vadano incontro al Signore che viene, con tutti i santi, nel regno dei cieli.»
Il Cristo Pantocratore, che significa dominare con forza, avere in pugno, è una raffigurazione di Gesù tipica dell’arte bizantina. In genere paleocristiana e anche medievale, soprattutto presente nei mosaici e affreschi absidali. Egli è ritratto in atteggiamento maestoso e severo. Seduto su un trono, e benedire con le tre dita della mano destra, secondo l’uso ortodosso. E’ raffigurato nei ricchi mosaici dorati che decorano le più grandi chiese ortodosse, come la Basilica di Santa Sofia a Costantinopoli. In Italia si trovano mosaici di scuola bizantina con raffigurazioni del Cristo Pantocratore, nelle chiese arabo-normanne siciliane come nella cappella Palatina di Palermo, duomo di Monreale, cattedrale di Cefalù, Chiesa della Martorana. Altri esempi nelle chiese ravennati (chiesa di San Vitale) e in altre come la Cattedrale di Pisa. Anche nel Duomo di Cremona, l’abbazia di Novalesa (Torino), la chiesa di Santa Maria foris portas a Castelseprio, il Duomo di Spoleto, la Basilica di San Marco (Venezia), la Basilica di Santa Maria Assunta (Torcello), il Battistero di San Giovanni (Firenze), la Chiesa Rupestre del Crocifisso di Lentini.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Cero Pasquale dipinto”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.